Titolo

La spazzatura cresce ...

5 commenti (espandi tutti)

Per ora non ho letto oltre, anche se la fantasia perversa dell' autore mi intriga.

Che poi gran parte del materiale viene da un articolo del Sole-24 Ore. Sempre peggio: nemmeno piu' si copia dal NY Times... 

a mio modo di vedere non ci sono innocenti, visco e i ds hanno giocato sporco e sono stati colti con le mani in pasta e dopo hanno tentato di vendicarsi, i dirigenti delle forze dell'ordine invece di risolvere gli enne problemi italiani, mafia-corruzione-evasione fiscale-immigrazione clandestina-terrorismo, si dilettano a controllare i politici per ricattarli, ci vorrebbe un nuovo pool tipo mani pulite che ci liberi di questo sistema malato. Forse si dovrebbe iniziare a pretendere come priorità l'indipendenza delle maggiori testate giornalistiche, sole24ore, repubblica, corriere, la stampa, è assurdo che non si riesca a capire cosa è successo, tutti continuano a parlarne ma ognuno dà una sua diversa versione dei fatti.

Che poi gran parte del materiale viene da un articolo del Sole-24 Ore.

Mi sa che tu sottovaluti la fantasia perversa di cui sopra: nè con la ricerca di google nè con quella del sole24ore riesco a trovare l'articolo in questione.

@Andrea:

d'accordo sull' indipendenza della stampa, non sulle forze dell' ordine.

Speciale non ha ricattato Visco ma ha dichiarato (non so se pubblicamente o ad un magistrato/ poliziotto) di aver subito pressioni.Forse può essere accusato di diffamazione, non di ricatto.

L'articolo che cerchi mi pare sia a pag. 2 o 3 del sole 24 di domenica, ma vado a memoria.

Ma quanto è lungo l'articolo di D'Avanzo? è un mezzo romanzo.

Mi sa che tu sottovaluti la fantasia perversa di cui sopra: nè con la ricerca di google nè con quella del sole24ore riesco a trovare l'articolo in questione.

Mah, e' D'Avanzo stesso a dirlo:

Visco cede alla tentazione di avviare, come si legge in una lucida
analisi del Sole-24 Ore, "un rozzo spoils system nei confronti di
personale militare ritenuto troppo vicino alla gestione politica
precedente". Che in Lombardia, la Guardia di Finanza sia stata molto
prossima e a volte subalterna alle volontà del ministro dell'Economia
uscente, Giulio Tremonti - e che ancora oggi possa esserlo - è fatto
noto dentro la Guardia di Finanza e nella magistratura, ma Visco tira
per la sua strada in silenzio e al coperto, con un altro passo falso.
"Anziché stare alla larga da diatribe annose e poco misurabili", pensa
"di utilizzare un gruppo contro un altro, senza calcolare modi,
conseguenze e nemmeno la forza di chi gli sarebbe potuto rivoltare
contro" (ancora il Sole-24 Ore).