Titolo

La spazzatura cresce ...

17 commenti (espandi tutti)

Carry-over sounds better?

trascinamento è la traduzione italiana di carry-over ...mi sembra ci sia in tutti i documenti previsionali (IMF, Comm EU, OECD). In sostanza è la crescita ereditata dall'anno precedente. Se per ipotesi la crescita in italia fosse 0 in tutti i successivi IV trimestri alla fine sarebbe pari all'effetto trascinamento o carry-over, ossia 1.2%.

Riguardo ai meriti del risamento al 31.12.2006 non si puo' dire nemmeno che siano del governo precedente.  Per la precisione, al netto delle one-offs, a giugno 2006 l'attuale governo ha adottato misure per ridurre il deficit pari allo 0.5% del PIL più misure addizionali lato IVA per contrastare gli effetti della sentenza UE sui rimborsi delle autovetture (again, uno sguardo al WEO dell'IMF, o alle Spring Forecast della Commissione o all'outlook OECD vi possono chiarire i termi della questione).

 L'elasticita delle entrate al ciclo economico (calcolata dall'OECD, vedi "Girouard and André (2005), "Measuring cyclically-adjusted budget balances for OECD countries", Economics Department Working Paper No.434") per l'italia è intorno a 1.17.

Applicando questo parametro alla variazione delle entrate totali 2005/2006  si ha che solo una parte dell'incremento di gettito proviene dalla maggiore crescita.  A cosa attribuire il resto? PEr rispondere a questa domanda bisogna vedere quali componenti delle entrate totali sono aumentate maggiormente. La sorpresa è che per lo più le maggiori entrate derivano da aumenti di gettito dell' IRE (imposta sulle persone fisiche) e IVA. 

Non so se queste maggiori entrate sono o meno strutturali, ma quello che è sicuro è che per una parte derivano dall'azione di questo governo che ha dichiarato sin dall'inizio che non ci sarebbero stati condoni e che i controlli fiscali sarebbero aumentati. Non so come la pensate voi, ma, dopo la stagione dei condoni, che ha portato l'avanzo primario a zero, il fatto che forse (sottolineo il forse per evitare che Boldrin faccia un altro golletto) l'evasione si stia riducendo, per me, è un risultato.

Riguardo alla TFP, è vero è ultra piatta e il contributo alla crescita è pari a zero proprio come in Spagna. Un'altra questione è quali politiche sono necessarie per aumentare la produttività in italia...Non  mi sembra che il precedente governo avesse in agenda nulla di tutto questo. Forse neache l'attuale governo ha ben chiaro cosa fare...

saluti

Marco

...ma:

1) non ho ancora capito cosa sia questo benedetto "trascinamento". Il tasso di crescita annuale si misura partendo da zero, o no? Se il PIL è pari a 100 all'1/1 come faccio ad essere certo che al 31/12 sarà almeno 101,2? Accidenti, nessuno mi avveva avvertito che fossero p.e. state abrogate le recessioni (= due trimestri consecutivi di decremento del PIL).

2) non mi piacciono i decimali, ma visto che di questo si tratta, ricordo che la correzione dei conti pubblici dell'estate 2006 operata dal governo attuale è stata pari a meno dello 0,1%, e quindi senza di essa il rapporto deficit/PIL a fine 2006 sarebbe stato al 2,5%, ovvero sempre ben al di sotto del 3% e soprattutto ben lontano dal paventato (da TPS...) disastro stile 1992.

3) basta guardare la curva ISTAT delle entrate fiscali per rendersi conto che il boom c'è stato sin dai primi mesi del 2006, ovvero da prima che entrasse in carica (anzi, che venisse addirittuta eletto!) il governo attuale. All'anima delle aspettative razionali! Tra l'altro ne ha già parlato ampiamente su questo sito mi pare proprio Michele. 

 

 

 

 

 

 

 

 

trimestre Valori concatenati variazione sul trim precedente variazione sul trim corrispondente Liv Annuale GDP (somma valori concatenati dell'anno tasso di crescita annuale Q4/mediaQ Trascinamento = ((Q4/mediaQ)-1))*100
2004 I 306.815 0,5 0,8        
2004 II 307.818 0,3 1,3        
2004 III 308.518 0,2 1,3        
2004 IV 307.104 -0,5 0,6 1230.255      
2005 I 306.288 -0,3 -0,2        
2005 II 308.27 0,6 0,1        
2005 III 309.41 0,4 0,3        
2005 IV 309.154 -0,1 0,7 1233.122 0.2 1.00283346 0.3
2006 I 311.538 0,8 1,7        
2006 II 313.326 0,6 1,6        
2006 III 314.28 0,3 1,6        
2006 IV 317.89 1,1 2,8 1257.034 1.9 1.01155577 1.2
2007 I 318.549 0,2 2,3        
                 
2007 I 317.89 1.00 0.0        
2007 II 317.89 1.00

0.0

       
2007 III 317.89 1.00 0.0        
2007 IV 317.89 1.00 0.0 1271.56 1.2    

 

Nessuno vuole annullare le recessioni, ma neanche sparare numeri a caso.

eccoti una breve tabellina che ti mosta cosa è il trascinamento e perchè fortunatamente nel 2007 la crescita non sarà con tutta probabilità all'1.2% come vaticinato da Boldrin ma per forza di cose più alta.

I dati sono quelli dell'istat. li trovi sull'ultimo comunicato sulla crescita del primo trimestre 2007. Mi dispiace per l'editing della tabella ma al momento non posso fare di meglio.

partiamo dalla definizione di livello di GDP annuale. questo è la somma sui 4 trimestri dei livelli concatenati di  GDP. IL tasso di crescita è chiaramente la variazione relativa dei livelli annuali del GDP da un anno ad un altro.

Il trascinamento si calcola come livello ((livello IV Trim/media livelli(I, II, III, IV trim)-1)*100. Come vedi dalla tabella il trascinamento 2006 è pari a 1.2%.

Dimentica per un momento la crescita del primo trimestre 2007 e assumi che questa, invece di essere 0.2% sia 0.0 nel I trim 2007 e nei successivi 3 Trimestri. Questo significa che il livello trimestrale del GDP sarà sempre uguale a quello del 4 trimestre 2006, ossia 317.891. Se tu sommi per i 4 trimestri del 2007 ottieni un livello annuale di PIL pari a 1271.56. Confrontalo con il livello annuale di PIL del 2006. Scoprirai che magicamente le recessioni esistono ancora ma la crescita del 2007 sarà di 1.2% proprio come il trascinamento.

Riguardo alla paternità delle maggiori entrate non posso fare altro che confermare quello che ho scritto prima...non so a quale curva delle entrate Istat tu ti riferisca. L'entità della manovra dell'estate del 2006 era di 0.1 rispetto al tendenziale da correggere nell'estate 2006. In termini di misure ammonta a 0.5%.

Saluti

Marco 

 

Marco,

 

grazie delle delucidazioni sul trascinamento... da noi si guarda semplicemente alla variazione percentuale Q4 su Q4, ovvero il gdp in un trimestre rispetto al GDP nel trimestre corrispondente l'anno prima. Comunque, mi sembra una pura convenzione contabile. Il punto e' se c'e' crescita o meno.

prego,

Sara anche una convenzione contabile, ma è il metodo utilizzato da Istat e da tutti gli istituti per calcolare PIL e crescita 

tu/voi in sostanza guardate la crescita tendenziale (Q4 2006/Q42005 o QI2007/QI2006). Beh se guardi questi valori la crescita c'è eccome. è pari, rispettivamente a 2.8% e 2.3%....rimane comunque in piedi la mia osservazione....l'italia a 1.2% nel 2007 è molto molto improbabile...

  

Come vuoi tu: visto che di scommessa si tratta, nessuno e' certo di nulla. Aspettiamo marzo del 2008, e quando arrivano i dati controlliamo se (Q4 2007) = (1.012)(Q4 2006) o meno. Tralascio umorismi sulla rilevanza e l'adeguatezza dei metodi di calcolo adottati dall'ISTAT ai fini della discussione da me sollevata. Se leggevi con attenzione quanto da me scritto questa diatriba, inutile, si sarebbe evitata. Parlo esplicitamente di "fine anno" e di "tendenziale".

Sull'esistenza della crescit(in)a avvenuta durante il 2006, nessuno discute. Che il "merito" della stessa sia attribuibile alle azioni di politica economica del signor Prodi ed associati potremmo divertirci a discutere, se proprio insisti. Spero pero' tu abbia meglio da fare.

Anche sulla spesa sembri non capire, ma le spiegazioni aggiunte dagli altri partecipanti alla discussione mi sembrano piu' che sufficienti.

Ad ogni buon conto, come difesa d'ufficio di questo governicchio il tutto mi sembra alquanto debole. Le decisioni di spesa che hanno preso sono sotto gli occhi di tutti, come quelle che stanno prendendo. Le decisioni di tagliare le spese non sono sotto gli occhi d'alcuno, perche' non esistono. Le varie leggi e leggine di stile sovietico sono anch'esse sotto gli occhi di tutti, come quella che citavo. Le varie leggi e leggine di stile liberale e liberalizzatore non sono sotto gli occhi d'alcuno, perche' non esistono. Con il senno di poi: i decreti Bersani erano delle pagliacciate. 

E la spazzatura, a Napoli come nel resto del paese, s'accumula inarrestabile ... 

Grazie davvero per la esauriente spiegazione.

Da cui però capisco che il "trascinamento" non ha alcun contenuto reale, è solo una mera definizione [trascinamento := variazione del PIL annuale che si avrebbe nel caso il PIL trimestrale rimanesse per un intero anno al livello dell'ultimo trimestre dell'anno precedente (o qualcosa del genere)]. L'utilità della stessa ancora mi sfugge. E questo proprio perché, come dici tu, le recessioni esistono ancora. Chi ce lo dice che il PIL dei prossimi trimestri sarà almeno pari, per stare all'esempio, a 317.891? E se scendesse, che so, a 310.000 negli ultimi due trimestri del 2007? In questo caso, (317.891 x 2) + (310.000 x 2) = circa 1.256.000, cioè qualcosina in meno rispetto al PIL totale 2006. Ovvero, crescita zero o sottozero. In breve, come fa il livello futuro del PIL ad essere già acquisito oggi?

Quanto alla curva delle entrate fiscali, puoi trovarla qui: http://www.istat.it/salastampa/comunicati/in_calendario/contoPA/20070403_00/testointegrale.pdf 

oppure qui: http://www.mef.gov.it/documentazione/documenti_finanza_pubblica/rel_uni/RELAZIONE%20UNIFICATA%20SU%20ECONOMIA%20E%20FINANZA%20PUBBLICA.pdf (da p.41 in poi)

oltre che commentata da Michele qui: http://www.noisefromamerika.org/index.php/articoli/Padoa_Schioppa_Economics?fb=keywords 

crescita acquisita

marco 24/5/2007 - 15:45

Grazie per i riferimenti.. 

beh è una definizione comune, lo ripeto, a tutti gli istituti di statistica. Basta prendere il bolllettino ISTAT con gli ultimi dati di crescita (http://www.istat.it/salastampa/comunicati/in_calendario/stimapil/20070515_01/testointegrale.pdf) e vedere il glossario alla fine. Li c'è una definizione di crescita acquisita.

è chiaro che il PIL trimestrale puo' diminuire. Nessuno lo nega. Ma nel 1 trim del 2007 è cresciuto di 0.2%. il che porta la crescita acquisita al I trimestre del 2007 a 1.4% (1.2 trascinamento + 0.2). Poi puo succedere di tutto, ma sempre per stare agli esempi, scendere da 317.01 a 310.00 significa crescita negativa di -2.5% ..a te sembra un'ipotesi realistica?

 Quanto alla curva ISTAT delle entrate non mi sembra che da li tu possa ricavare la conclusione che l'aumento delle entrate sia imputabile a governo precedente. Se invece guardi la Relazione Unificata a pag 47 c'è un bel grafico che ti mostra come, in termini cumulati l'aumento delle entrate si è avuto a dopo maggio 2006.

 

Michele ha scritto (Padoa Schioppa Economics, nfA, 20 marzo 2007):

<<Fatto ignorato 3. I dati riportati nella figura di pagina 47 mostrano che la crescita del gettito fiscale avvenuta nel 2006 rispetto al 2005 era esaurita, anzi ha raggiunto un picco, in giugno e da allora ha solo declinato. Insomma, gli annunci del nuovo governo e tutto il resto non ne possono essere la causa, a meno che non si creda negli effetti speciali di Hollywood.>>

Marco ha scritto (nfA, 24 maggio 2007):

<<Quanto alla curva ISTAT delle entrate non mi sembra che da li tu possa ricavare la conclusione che l'aumento delle entrate sia imputabile a governo precedente. Se invece guardi la Relazione Unificata a pag 47 c'è un bel grafico che ti mostra come, in termini cumulati l'aumento delle entrate si è avuto dopo maggio 2006.>>

E poi qualcuno dice che si starebbe meglio se governassero gli economisti... (quelli veri, intendo, non l'attuale premier ;-) 

Vi e' dunque una sola soluzione: qualcuno posti la figura in questione (tempo di estrarla dal file PDF non ce l'ho, chiedo venia).

Sono andato a ri-vedere la Relazione, ed il grafico che menzioniamo e' ora a pagina 51 (57 del file pdf che si scarica).

Riporta la variazione % 2006/2005 cumulata, mese per mese.

Gen-Gen e' 0.9%, poi cresce monotonicamente sino a raggiungere il 12.0% con Gen-Giun e 12.9% Gen-Lug. 

Da questo picco scende monotonicamente sino al 9.9% di fine anno (ossia, Gen-Dic).

Il grafico e' ingannevole dato che riporta l'incremento di reddito cumulato rispetto a gennaio. Secondo il grafico, il gettito rispetto all'anno precedente e' cresciuto del 6.4% da gennaio ad aprile 2006, di un ulteriore 5.8% nel periodo maggio-giugno-luglio 2006, salvo poi decrescere del 2.3% da agosto a dicembre 2006.

Le elezioni politiche si sono svolte il 9-10 aprile 2006. Il governo Prodi I se capisco bene e' nato il 28 aprile. Quindi direi che l'incremento del gettito nel 2006 era gia' avvenuto per buona parte prima del governo Prodi (6.4 punti percentuali). Il nuovo governo ha forse avuto un "effetto annuncio" di ulteriori 5.8 punti fra maggio e luglio. Questo eventuale effetto pero' si e' esaurito molto rapidamente, visto che da agosto a dicembre c'e' stato un decremento del gettito rispetto all'anno precedente di 2.3 punti.

Insomma, un pareggio, ma ai tempi supplementari (o ai rigori) vincerebbe michele.

va bene, vince Michele..ma non è questo quello che importa.

Se aprilte il bollettino delle entrate per primi tre mesi del 2007  (http://www.finanze.gov.it/export/download/altri/Bollettino_entrate_Marzo_2007.pdf) e andate a pag. 7, potrete vedere come continua il grafico in questione.

Nei primi 3 mesi del 2007 rispetto ai primi tre mesi del 2006 le entrate totali sono cresciute di +5.5%. Merito di Tremonti? Di Visco? ..non saprei. La curva ha una dinamica  discendente che sicuramente continuerà nei prossimi mesi per effetto del taglio del cuneo fiscale, ma il + 5.5% è in più rispetto ai livelli record del 2006.

Se scorrete ancora il documento a pag 8 trovate la dinamica mensile delle entrate dirette (IRE) e indirette. dal grafico si vede benissimo che le entrate dirette hanno avuto un picco a giugno 2006 e a novembre 2006 mentre le indirette a dicembre 2006. Le entrate fiscali sono variabili dipendenti dal ciclo, dalla stagionalità e dalle modalità di riscossione, pero l'aumento di giugno 2006 e novembre 2006 è considerevole. Di nuovo, effetto Tremonti o Visco? Effetto condoni? o cambio di attitudine dei contribuenti? da come stanno andando le cose nel 2007 anno in cui i condoni si sono esauriti, io tenderei a scartare la prima ipotesi...Rimane l'effetto crescita..nel 2006 l'aumento delle entrate totali è stato del 9.5% mentre l'aumento delle crescita nominale è stato del 3.5%. Considerando che, secondo L'OECD e la Commissione, l'elasticità delle entrate fiscali italiane al ciclo economico è 1.17, rimane una parte considerevole di maggiori entrate da spiegare. Pongo di nuovo la domanda/ è l'effetto dell'allargamento della base imponibile dovuto ai condoni (spiegazione di Tremonti)?

Con questo non voglio dire che questo sia il migliore governo del mondo. Una cosa pero', sembra la stia facendo: risanare le finanze pubbliche, condizione a mio avviso necessaria per qualsiasi tipo di riforma.

Alcune misure poi sembrano andare nella direzione giusta (vedi cuneo fiscale).

Per il resto non saprei. Anche io sono rimasto deluso da come il governo prodi sta affrontando le liberalizzazioni. Me ne sarei aspettate molte di più, più incisive e radicali. Vorrei ricordarvi, pero' che l'alternativa in Italia è il governo dei conflitti di interesse, del taglio delle tasse per i più ricchi, dell'abolizione dei reati contabili, dei condoni, dell'aumento del debito e della spesa pubblica

due osservazioni veloci:

 

1) non e' vero che risanare le finanze pubbliche sia una condizione necessaria per le riforme. C'e' un sacco di cose che si potrebbero fare per stimolare la crescita e rimuovere una montagna di vincoli strutturali, che non necessitano la riduzione del debito.

2) invece di preoccuparci di aumentare le entrate, quand'e' che il governo comincera' a tagliare le tasse? E a tagliare la spesa? Non dirmi che le pubbliche amministrazioni sono delle macchine snelle ed agili dove tutti gli sprechi e le inefficienze sono stati eliminati... Non sono ironico, tu che una parolina la potresti dire, perche' non provi a dirla?

Cosa fa asserire che l'evasione "forse" si sta riducendo? Se non erro Visco stesso ha dichiarato pochi giorni fa che e' peggio di quanto "si" (non so a chi si riferisse) pensava. D'altro canto, e come e' noto, Tremonti e compagnia sostengono (con argomenti non empiricamente verificati, ma logicamente coerenti) che la crescita delle entrate nel 2006 e' effetto dei loro condoni. Quale evidenza dovrebbe indurci a rigettare tale teoria?

 

azzardo un'ipotesi basata sulla logica..

I condoni sono per definizione misure one-off e quindi non permanenti e dovrebbero dispiegare i loro effetti solo nel 2006. Se il gettito fiscale continua a crescere anche nel 2007 questo significa che la teoria di tremonti cade.

Quanto alla crescita, ti dico solamente che per avere 1.2 per il 2007 a fine anno (tendenziale..chiamalo come vuoi) devi ipotizzare (questa è solo una possibile dinamica) che il II trim 2007 sia -0.2% e che nei successivi III e IV siano 0.0. Se io avessi avanzato una ipotesi del genere qui dove lavoro  avrei avuto seri problemi a difenderla.

infine non è il mio lavoro difendere questo governo. Noto solamente che, pero', sembra essere diventato il tuo lavoro quello di attaccarlo a prescindere.

Oggi sul Sole24ore c'è un interessante intervento di Visco ("L'equilibrio tra tagli e spese"). Ti consiglio di leggerlo se hai tempo.

Saluti

Marco

Non ho accesso alla versione stampata del Sole 24 Ore, e non trovo l'articolo nel sito web. Se ne hai una copia o conosci la URL, ti sarei grato se me l'invii.

Sul resto, vedo che non ci capiamo ... provero' piu' tardi a spiegare dettagliatamente cosa intendo con crescita, le sue relazioni con la politica economica e come misurare la crescita adeguatamente. La regola metodologica, abbastanza semplice, e' che non esiste una misura statistica (per convenzionale che sia) buona per tutte le stagioni. Quando uno si fa una domanda deve anche chiedersi quali misurazioni aiutano a trovare la risposta, e quali no.

Sul fatto poi che sia il mio lavoro "attaccare" questo governo, non so che dire. Basta leggersi i miei articoli per capire che, le tre volte che hanno fatto qualcosa di decente, ho manifestato approvazione. Non e' colpa mia se stanno governando malissimo, e' una scelta loro.