Titolo

Come ricapitalizzare Ferrovie e Alitalia

3 commenti (espandi tutti)

Cari amici,

Voglio innanzitutto comunicarvi una mia strabiliante scoperta scientifica: Einstein ha toppato! Il paradosso dei gemelli non esiste: la sua validita' e' incompatibile con la persistenza di Alitalia. Ma andiamo per ordine.

A giugno 1996 partii per una missione spaziale con il mio astroclipper personale alla volta di Proxima Centauri, che dista 4.22 anni-luce dalla Terra. Grazie alla propulsione neutrinica, viaggiai sia all'andata che al ritorno a velocita' prossime a quella della luce, cosi' dal mio punto di vista il viaggio duro' solo pochi mesi, e mi resto' anche qualche mese per fraternizzare con le abitanti del luogo (ma questa e' un'altra storia). Ora: secondo la teoria della Relativita' Ristretta, sulla terra dovrebbero essere passati piu' di dieci anni. E questo non e' possibile.

Perche' vedete: poco prima di partire, ricordo benissimo che in Italia i panettieri "con licenza" si agitavano perche' vedevano minacciato il proprio privilegio di casta, e l'Alitalia era un baraccone sull'orlo del fallimento che ingurgitava denaro pubblico peggio del buco nero al centro della Galassia. Ho le prove: cliccate qui se non mi credete. Ah: e Prodi era appena arrivato al governo, ma si capiva che non sarebbe durato a lungo data l'attitudine di Bertinotti.

Bene. Scendo dall'astronave, compro un giornale, e che ci trovo? LE NOTIZIE DEL GIORNO CHE HO LASCIATO LA TERRA! Non solo i panettieri sono sempre sul piede di guerra in difesa della loro corporazione: anche l'Alitalia sta sull'orlo del fallimento e vuole altro denaro pubblico. E Prodi sta su per miracolo, con Rifondazione che detta condizioni per la sopravvivenza del suo governo.

Chiaramente, il tempo locale sulla terra non puo' essere avanzato di 10 anni come dice Einstein: deve essere passato solo qualche mese pure qui. A me non la si fa. Arretrate subito di dieci anni quei calendari!

Enzo

Toh, lo ammette anche Prodi:

[...]E sulle proteste di piazza: 'Mi sembra di rivivere un film identico a dieci anni fa'.

 

La verita' e' che l'Italia corre cosi' in fretta, che il tempo non passa mai!