Titolo

Freak[Freak(Freakonomics)]

1 commento (espandi tutti)

Ammetto un bias anche io: sono stato studente di Levitt, il quale e' stato chair del thesis committee della mia quasi-moglie.

Confesso anche di non avere letto FK se non a spizzichi e bocconi; non l'ho letto perche' ho l'impressione che si tratti di una collezione di bigini romanzati di una serie di pubblicazioni di Levitt, e non vedo perche' leggere il reader's digest quando posso, se mi interessa, andare a leggere direttamente i "romanzi". 

Conosco, pertanto, piu' il Levitt insegnante e thesis advisor (per interposta persona) che il Levitt romanziere; e il Levitt che conosco io e' senza dubbio astuto ma non e' - o per lo meno non insegna ad essere - disonesti intellettualmente, per esempio fermandosi alla specificazione che ci da' il risultato sperato e non indagando oltre.

Tutto qua, per adesso, piu' tardi i commenti sugli altri spunti che offri, altrimenti il commento diventa troppo lungo.

PS: speriamo nessuno chiami il 115 vedendo la lava e i lapilli estivi venir su da noisefromamerika...