Titolo

Il perché della scuola: il classico e oltre

4 commenti (espandi tutti)

Ho sfogliato, come promesso, alcuni dei documenti da Lei allegati. Devo dire, con fatica, perché la stilistica è alquanto retorica. Comunque prendiamo le "missioni" della scuola così elencate dall'associazione TRIELLE:

1 educare la persona e non solo istruirla;

2 educare a vivere con gli altri nella prospettiva di una cittadinanza globale;

3 operare per il successo formativo di tutti e di ciascuno nella vita attiva. 

E perché mai sarebbero esattamente queste? Non lo sto dicendo perché per me sono sbagliate (lo sono, parzialmente). Lo dico perché posso immaginarmi senza difficoltà punti di vista totalmente diversi. Ad esempio, molti direbbero che la scuola NON deve educare la persona, perché quello è il compito della famiglia. Si può essere d'accordo o meno, ma tale opinione esiste. Quindi, per quale ragione mai dovrebbe prevalere l'ipotesi della TREELLE? E se cercassimo di fare un compromesso tra le due posizioni, si finirebbe nel non senso: la scuola non può un po' educare e un po' no.

...o missioni della scuola sono solitamente cappelli retorici poco rilevanti, a mio parere. Mi sembrerebbe più interessante esaminare le proposte operative

su come, e in che direzione, riformare la scuola

e dalle proposte operative desumere quali funzioni vengano privilegiate. Anch'io credevo che le proposte fossero scarse, invece ci sono e credo meriti esaminarle senza fermarsi ai cappelli introduttivi.

Corretto

Francesco Forti 14/9/2019 - 16:40

 Ad esempio, molti direbbero che la scuola NON deve educare la persona, perché quello è il compito della famiglia. Si può essere d'accordo o meno, ma tale opinione esiste. 

Esatto ed è anche la mia opinione. Diffido di un'educazione di Stato.
Insegnare e istruire, basta e avanza per la scuola dell'obbligo.
Dopo, formare professionalmente. 

La mia obiezione è che un rapporto come quello che si instaura fra un alunno e un suo insegnante, fra un alunno e gli altri alunni e la sua classe, fra alunni e scuola, ha inevitabilmente delle valenze educative, quale che sia il significato che si dà al termine educazione. Sono d'accordo nel non centrare la scuola su questo aspetto, che però non può essere ignorato e merita attenzione. Per esempio, imparare a discutere razionalmente, cercando di capire le ragioni altrui piuttosto che difendere sordamente la propria posizione, a me sembra sia educativo sia qualcosa che a scuola si dovrebbe imparare. Certo, prima che a scuola in famiglia, ma anche a scuola. Solo un esempio fra cento.