Titolo

Il terremoto, la ricostruzione, il populismo.

2 commenti (espandi tutti)

Il Corriere ci informa che quella linea è stata valicata dall'attuale governo e non solo. Nella peggiore tradizione repubblicana la cosa è stata infilata nel c.d. Decreto Genova che doveva affrontare ben altre questioni.

https://www.corriere.it/cronache/18_ottobre_11/nel-decreto-governativo-p...

 

QED

michele boldrin 12/10/2018 - 22:47

Sono la versione vera di quelli che per 30 anni li hanno preceduti e che, in qualche forma, si trattennero dal fare le peggiori cose che avrebbero voluto fare. Questi non si trattengono e realizzano ciò che gli altri hanno solo ipotizzato.

Per questo, come vado dicendo da tempo, sono necessari. Essi realizzano e portano a compimento il modello di governo e di paese che dai tempi di Craxi e dell'ultima DC (superati gli anni di piombo) adombrarono e che la maggioranza degli italiani considera come appropriato. 

Han portato la cultura (in)civile di massa al governo e stanno realizzando lo strapaese in cui l'italiano, dalla tv al bar, sguazza quotidianamente. 

L'unica speranza residua è che dopo averlo sperimentato la generazione che segue ne voglia uscire. Ma, come pure insisto, tutto dipende dalla capacità di quella minoranza d'italiano che in questo degrado sociale, culturale ed umano non si riconosce, saper proporre un modello di paese che convinca i dubbiosi ad avere di nuovo speranza e provarci.