Titolo

Il terremoto, la ricostruzione, il populismo.

1 commento (espandi tutti)

Il confronto non è tra diritto alla salute e diritto a vivere dove si vuole, ma tra diritto a condotte potenzialmente mortali (vivere in area sismicamente ribollente/fumare) e diritto/dovere dello Stato a minimizzare le spese che politicamente gli competono. Mi pare, inoltre (attendo conferme) che le accise, l' IVA e l' IRPeF dei tabaccai non bastino a pagare le spese mediche provocate dal tabacco: ed in questo caso un aumento dell' imposizione sarebbe quasi solo una pacchia per i contrabbandieri.