Titolo

Il governo rosso-brunato. II

2 commenti (espandi tutti)

Da allora TUTTI gli indicatori economici sono migliorati; di poco ed alcuni di pochissimo, vero, ma il segno è +. 

Questo è diventato un mantra di renzi e degli elettori del pd ma c'è poco di vero. Se la disoccupazione passa in brevissimo tempo dal 8% (2011) al 13% (2014-2015)  per poi scendere intorno al 11% nell'arco di due-tre anni,  non c'è stato alcun miglioramento tangibile, specie se quella giovanile si trova ancora granitica intorno al 35%

Il pil non è ancora tornato non solo ai livelli del 2007 ma nemmeno a quelli del 2011.

Inoltre, l'istat certifica che la povertà è in continua ascesa (siamo a livelli record dal dopoguerra), quindi questa eventuale e virtuale crescita economica e segni + che abbiamo assistito negli ultimi anni non hanno prodotto alcun miglioramento sulla vita dei cittadini. C'è forse qualche italiano in più che lavora (a tempo determinato, occupazione part time è ai massimi livelli da sempre) ma il paese nel complesso si sta fortemente impoverendo.

Poi quando a questo quadretto ci aggiungi l'entrata in appena 5 anni (scelta esplicita e condivisa come da ammissione della bonino nel 2016) di oltre 600.000 persone quasi tutte irregolari che si sono riversate in massa sul mercato del lavoro e sul welfare, per non parlare della questione sicurezza, il gioco è fatto.

Mi chiedo quanto ancora si potrà giocare la carta del "gli italiani si sono impazziti e da ignorantoni come sono non hanno capito che il paese era ripartito alla faccia loro".

Indigo

michele boldrin 10/8/2018 - 23:15

Come tutti i troll anonimi, lezione appresa 12 anni fa e confermata all along, sei un coglione. 
Ma non solo un coglione (altrimenti noto come idiota) sei anche un coglione gonfiato che pensa di sapere e non sa un cazzo. Non solo un coglione gonfiato, anche un coglione gonfiato stupido perche' pensi che, in un posto come questo, noi si perda tempo a far polemichette idiote su un cretino o l'altro al governo. 

Come tutti i coglioni gonfiati e stupidi riporti due dati (che ti danno torto, ora te lo spiego) e poi straparli a vanvera senza mezzo dato. Ci penseranno i dati, della vita, ad eliminare quelli come te, io non devo preoccuparmi. 

Solo una cosa, per chi dovesse leggere la mia descrizione di te: quando il tasso di disoccupazione scende al ritmo di 1% all'anno c'e' un miglioramento. Magari non miracoloso, come scritto nell'articolo, ma reale. Nel mondo dei coglioni della tua sottospecie esistono solo miracoli dove la disoccupazione sparisce (ne parliamo fra un paio d'anni di amici tuoi, fatti un altro nome da troll e torna a raccontarcelo) ma nel mondo reale una diminuzione dell'1% all'anno e' una cosa vera. Il PIL per capita pure e' cresciuto, d'uno sputo ma e' cresciuto. 

Soprattutto, e qui sta la prova della tua profonda stupidita', c'e' il fatto che il mio e' un argomento per paradosso: quando le cose andavano malissimo Renzi ha preso il 40% e +. Quando han cominciato a leggermente migliorare e' sceso al 18%. Gli elettori rispondono con un lag di 4 anni? Forse, ma sembra una teoria molto improbabile alla luce di quanto accade in altri paesi. Questo il tema, comunque. Se tu avessi avuto un cervello l'avresti inteso.

Siccome hai provato di non averlo un cervello, click. Questo e' un blog dove il cervello e' un requirement strettamente necessario.