Titolo

Zuckerberg è cosi ricco perché ha studiato latino ... o no?

2 commenti (espandi tutti)

Mi sembrava che si parlasse di latino e che la tesi fosse più o meno "il latino, per quanto sia una disciplina nobile e degna di studio, non è veramente così essenziale per la formazione dei giovani come ci vogliono far creder alcuni, e potrebbe essere sostituito da altri più utili contenuti".

Qui invece si comincia a parlare di metodi di insegnamento, di "problem solving", case study" e non mi pare che sia più una questione di latino sì o latino no. Qui stiamo dicendo che ci vuole "ben altro". Magari è giusto ma il problema si è spostato o allargato, visto che si mette in discussione un ipotetico "metodo" ( e il vecchio "tema" che è sempre un bel bersaglio). La cosa si fa più complessa. Però è anche colpa del mio intervento, in un certo senso.

Maurizio

la partenza è il latino apre là mente. Nel post ci si chiede come? Ci sono dei momenti di riflessione critica ? Tu dici che li hai avuti.

Io credo che non facciano parte del corso standard della scuola o meglio io non so di alcun momento formativo di questo tipo che fosse istituzionalmente previsto. 

Ovvio che non abbiamo evidenze, se non aneddotiche su cui discutere, ma io credo che i minuti di discussione critica che hai avuto la fortuna di sperimentare non siano la regola