Titolo

Economia e matematica nella lunga durata: il caso dei numeri arabi

1 commento (espandi tutti)

Scadere nel tifo da stadio in questi temi è facile, ma è proprio ciò che credo si debba evitare.
Che il dibattito sulla Modernità le sia poco intressante, professore, mi sta benissimo; e riconosco che sia un poco fuori luogo su nFA, dato che investe i temi dell'Economia solo marginalmente.
Tuttavia il giudizio "mortificante" mi pare un poco eccessivo, considerato che questo dibattito perdura da cinque secoli (almeno dal Guicciardini) e periodicamente riaffiora nel confronto intellettuale di ogni livello, producendo dispute sempre più accese e vibranti.

Cercando di farla breve, le do la (mia) risposta alla domanda - perché? - che giustamente Lei pone.
Perché il dibattito sulla Modernità è destinato a riaccendersi in quei momenti storici in cui si crede di ravvisarne il declino; ed io credo che la Civiltà Occidentale Moderna stia attraversando, adesso, un profondo periodo di crisi, morale e intellettuale.
E questo avviene proprio mentre si profila all'orizzonte un nemico determinato a combatterla.

Lo scopo di questo confronto dovrebbe essere riconoscersi, per serrare i ranghi in vista della battaglia culturale che dovremo affrontare. Riconoscersi per fare squadra, in modo da non disperdere energie coi bisticci tra la femminista che vede solo la questione femminile, il Palma che riconosce lo "iato" ne la concezione di Persona, Giorgio Arfaras che individua le differenze tra la concezione di Zakat e quella di Diritti di Cittadinanza, e (..forse, la tirò là) l'economista che si concentra sulle forme di governo e amministrazione, o sui livelli di corruzione.
Riconoscendo che tutte queste cose sono manifestazioni di un'unica struttura di pensiero, si sale di livello e così si serrano i ranghi.
Questo (a mio avviso) sarebbe il perché. Poi può darsi benissimo - ed è così senz'altro - che nFA non sia il luogo giusto dove intavolare un simile dibattito, né io ho intenzione di insistere perché lo si faccia.

Auguri di buone feste.

N