Titolo

Economia e matematica nella lunga durata: il caso dei numeri arabi

1 commento (espandi tutti)

Ho capito

Nasissimo 21/12/2015 - 11:28

E sono pronto a coglierli. Il mio voler sottolineare le distinzioni tra le epoche (in particolare questa, medioevo/modernità) è intenzionalmente diretto a cercare di isolare i tratti distintivi delle strutture mentali moderne; perché credo che metterli bene a fuoco sia impellente, adesso che si profila la possibilità di dover di nuovo combattere per essi. 
Per questo scopo però non è necessario negare che elementi della Modernità affondino le loro radici nel medioevo. Lo si può riconoscere.

Lei qui ci spiega come certe circostanze indussero i giudici "a ragionare con le categorie di pensiero romane-comuni" e questo contribuì alla certezza giuridica, ed alla crescita economica.
Una osservazione che mette la diffusione di cetre categorie di pensiero tra le cause, e sviluppo economico tra le conseguenze, su cui possiamo essere perfettamente d'accordo.

Venerdì sera dopo una buona cena non mi sono trattenuto. E potrebbe accadere di nuovo, ché ogni tanto la battuta mi esce. Sia comprensivo, non me ne voglia. Buone feste e buon 2016 anche a Lei.