Titolo

Economia e matematica nella lunga durata: il caso dei numeri arabi

1 commento (espandi tutti)

Concetti

raffaele danna 20/12/2015 - 09:28

Esatto. Una cosa interessante è che i mercanti-banchieri italiani dell'epoca non elaborano una teoria esplicita. A farlo sono spesso degli osservatori 'esterni', e questo è il più delle volte il caso dei francescani. Il primo trattato di partita doppia (il De computis et scripturiis di Luca Pacioli) è opera di un francescano. Allo stesso modo gli scritti di Giovanni Olivi.

 

Su questo gli studi di Giacomo Todeschini sono molto chiari: buona parte dello strumentario concettuale arriva dalla riflessione francescana