Titolo

La crisi ha ridotto i residui fiscali regionali

5 commenti (espandi tutti)

mi sembra molto strano che la "spesa al netto delle prestazioni sociali (4)" sia fissa in tutte le regioni, quasi fosse il frutto di un copia&incolla.

La spesa che indichi e' teorica, non reale. Fanno un modello teorico ideale di come dovrebbe essere la spesa pubblica italiana. La parte teorica di spesa per welfare varia con le caratteristiche delle regioni (non mi e' chiaro come) mentre la parte non-welfare e' fissa e uguale per tutti pro-capite.

OK

Francesco Forti 18/5/2015 - 14:20

È un'ipotesi di lavoro quindi, per far tornare certi conti. Mi pare un'ipotesi che non sta in piedi, però. La spesa "non sociale" è fissa ovunque? Mah.

A me sembra logico. Per i servizi pubblici (scuola, sanita') la spesa pro-capite puo' benissimo essere la stessa per tutte le regioni. La spesa per sussidi di disoccupazione, invece, dipende dal livello locale di disoccupazione.

Scuola e sanità uguali in tutte le regioni? La spesa per sicurezza? La manutenzione delle strade? Sappiamo che non è così.

concordo che non e' cosi'. e puo' non essere cosi' per motivi validi, esempio diversa natalita'. ma l'assunzione e' la piu' neutrale pensabile, se si vuole valutare la congruita' dei residui fiscali reali.