Titolo

Legge di stabilità 2015: calma e un po' di gesso

4 commenti (espandi tutti)

Pazzesco

giulio zanella 19/10/2014 - 21:02

Il diavolo e' veramente nei dettagli. L'articolo riporta anche altro dettaglio inquietante, cioe' che, allo stato attuale, la riforma del regime forfettario per le partite IVA (che io avevo inteso come semplificazione della vita dei lavoratori giovani high-skilled, che avrebbero potuto fare a meno del commercialista ecc) alza si la soglia massima a 40mila per i commercianti ma la abbassa a 15mila per i professionisti! Quindi per questi ultimi le cose peggiorano. A parita' di reddito pagheranno tra l'altro piu' tasse (altro aumento di pressione fiscale occulto) e chi sta sui 20mila avra' incentivo a lavorare meno (o evadere di piu') per scendere sotto la soglia dei 15mila. Spero che il parlamento abbia la decenza di correggere questa stortura.

Un aside: aggiornando l'importo del taglio netto IRAP, la riduzione di tasse arriva a circa 10 miliardi, sui 18 sbandierati da Renzi. Se continuiamo a grattare rischiamo di renderci conto che sono meno della meta' di quelli annunciati. Forse era davvero vero e veritiero che lo chiamavano il Bomba.

mentre Boldrin  ci traduce il titolo :-), ho il tempo per osservare che l'analisi dei provvedimenti governativi ha assunto caratteri farseschi: non c'è mai un punto fermo e certo, le abbondanti anticipazioni fatte filtrare con estrema attenzione si rivelano completamente sbagliate, le slides sono dichiarazioni tonanti di intenti apparentemente solo rumorosi, il consiglio dei ministri decide e rinvia a un consiglio successivo i "dettagli" delle decisioni. e già da un po' le leggi in gazzetta aspettano poi per anni i decreti attuativi e magari una interpretazione vera delle amministrazioni...

per essere propositivi: anche l'informazione, molto malridotta dal vizio atavico della pigrizia, dovrebbe cominciare a pubblicare le dritte e gli annunci del governo con l'evidenza data ai necrologi e alle feste di laurea. e magari chiedere un notaio alle conferenze stampa che autentichi domande e risposte scritte, da fornire coi minuti contati su fogli protocollo in filigrana. poi se ne parla.

A lungo

sandro brusco 20/10/2014 - 00:33

Visto lo stato dell'opposizione e la propensione degli italiani a bersi panzane, direi che il giovin signore fiorentino ha di fronte un radioso e lungo futuro.

Intanto oggi ci ha già fatto rimpiangere le slides in powerpoint. È passato all'annuncio in diretta nei talk show. Poi, forse, un giorno, la legge che spiega anche le coperture. Ma c'è tempo.

il contratto con gli italiani ed il piano autostrade di SB da Vespa?

Mica colpa di SB o MR se gli italiani si aspettano dai politici annunci ad effetto invece di piani meditati e realistici. Magari è colpa del classico.... :-)