Titolo

Era meglio se continuava a tacere

3 commenti (espandi tutti)

Il milione e mezzo è riportato dal ministro, non è un numero che ho indicato io, sinceramente non so dove lo abbia preso e difficilmente si riferisce solamente ai percettori di redditi alti, infatti  i dati che emergono dalle analisi statistiche sulle dichiarazioni dei redditi per il 2010 riportavano meno di 50.000 contribuenti con redditi > di € 200.000. Forse si riferisce a tutti i casi possibili e quindi bisognerebbe dettagliare meglio.

Detto  questo, ciò che volevo far notare è che è ben chiaro cosa voglia dire la Madia, dopo si può essere d’accordo o meno, ma l’intento redistributivo secondo me è più che evidente in base a quello che dice, quale sia l’impatto invece  è più incerto.

Invece sui prepensionamenti non sono certo che ciò che dici possa riferirsi a questa situazione, il prepensionamento è  una sorta di ammortizzatore che accompagna alla pensione, si dovrebbe ricevere un assegno di accompagnamento che pensione non è, quindi non sarebbe corretto parlare di cumulo pensione reddito. Ad esempio , nel settore del credito, esistono i fondi esuberi e solidarietà, che accompagnano alla pensione, e che erogano prestazioni ridotte per persone che si trovano un’altra occupazione.

Detto  questo, ciò che volevo far notare è che è ben chiaro cosa voglia dire la Madia, dopo si può essere d’accordo o meno, ma l’intento redistributivo secondo me è più che evidente in base a quello che dice, quale sia l’impatto invece  è più incerto.

Certo, l'intento redistributivo, in ottica superfisso, è chiaro.
L'impatto penalizzante su chi produce valore aggiunto è altrettanto chiaro, per chi non ragiona con il superfisso.

la proposta riguarda manager che nella maggior parte dei casi operano in settori fortemente sussidiati, parlare di valore aggiunto senza considerare i sussidi vuol dire guardare le cose a metà...