Titolo

Era meglio se continuava a tacere

1 commento (espandi tutti)

Premesso che sono d'accordo con la tua spiegazione, mi permetterei di segnalare due aspetti che non vi sono contemplati. Il primo è l'aspetto culturale: esiste gente che vuole lavorare. A me vien da ridere quando sento parlare di "etica protestante del lavoro", conosco veneti, lombardi e piemontesi che non concepiscono lo stare a casa a "far niente", mio nonno a 75 anni andava ad aiutare i suoi amici contadini gratis abbiamo faticato non poco per impedirglielo. Il secondo è l'aspetto del "nero". Un aspetto oggi (spero) superato ma circa 20 anni fa molto presente in alcuni settori (alberghiero ad esempio) dove la mancanza di controlli consentiva di percepire la pensione continuando a lavorare in nero con un netto simile allo stipendio precedente.

Vale non solo per i pensionati: ho sentito (per radio!!!) di camerieri romagnoli che ricevono il sussidio invernale previsto ed intanto fanno la stagione sulle alpi ( ma non so se in nero in Italia o all'estero senza dichiarare)