Titolo

Le competenze degli adulti: qualche dato in più

2 commenti (espandi tutti)

mettiti l'anima in pace, i laureati italiani leggono e capiscono un testo peggio di un diplomato olandese o giapponese. E i flussi migratori in generale non modificano questa condizione. Ad esempio, il rapporto mostra i dati di proficiency in literacy distinti tra nativi,  foreign born residenti da più di 5 anni, foreign born residenti da meno di 5 anni (ad esempio, figura 3.14). I foreign born residenti in Italia hanno maggiori difficoltà rispetto ai foreign born residenti in altri paesi, ma anche al netto di ciò, i nativi italiani sono quelli messi peggio. In Germania, ad esempio, la proficiency degli immigrati è molto peggio di quella dei nativi (la differenza è più forte che in Italia), ma sempre migliore dei nostri. Insomma, chi si somiglia si pigila.

Grazie dell'indicazione della figura 3.14

I foreign born che abbiamo in Italia evidentemente hanno difficoltà maggiori che dipenderanno dalle nazioni di provenienza. Quelli con piu' di 5 anni vedo che migliorano nettamente. Quanto ai "Native born" italiani, bisognerebbe sempre specificare "rimasti", se in soli 5 anni se sono andati 700'000.  Se vediamo i foreing born in germania, è chiaro che non ci sono solo italiani (il gruppo piu' numeroso è dato dai polacchi) ma gli italiani sono tantissimi ed in forte crescita. Non dico che senza fenomeni migratori l'italia rovescerebbe ogni statistica ma che la fuga dei cervelli e l'arrivo dei migranti dal mediterraneo la peggiora sensibilemente. Non so oggettivamente di quanto.