Riflessioni oniriche sulla crisi di governo.

22 gennaio 2008 sandro brusco
Ieri in Amerika era il Martin Luther King day. Forse per questo anch'io ho fatto un sogno. Era ovviamente molto meno importante di quello dell'eroe dei diritti civili. Ma era buffo. Ve lo racconto.

Ho fatto un sogno. Ho sognato che qualcuno si accorgeva che la costituzione permette di sciogliere una sola delle due camere. E poi ho continuato a sognare.

Ho fatto un sogno. Ho sognato che Napolitano faceva sciogliere il Senato ma non la Camera. E che mandava a casa esterrefatti e ammutoliti tutti i senatori. Ma non ci potevano far nulla. E quindi i partiti iniziavano a prepararsi per le elezioni solo al senato. E poi ho continuato a sognare.

Ho fatto un sogno. Che siccome al senato comunque era scontata la vittoria del centrodestra, e avendo il didietro protetto dalla maggioranza alla Camera, il Partito Democratico decideva di correr da solo. E che, siccome a quel punto la vittoria era assicurata, il centrodestra, sicuro della vittoria, NON imbarcava Mastella e magari lasciava a piedi neofascisti e altri brufoli. E poi ho continuato a sognare.

Ho fatto un sogno. Ho sognato che nel Senato non c'erano più Mastella e la sua cosca, perché si erano presentati fuori dalle coalizioni e avevano preso meno del 4%. E nemmeno i Verdi. E nemmeno il PdCI. E che Mastella non era nemmeno alla Camera, perché la Camera era quella di prima, dove lui già non c'era. E che al Senato c'erano "solo" 5 partiti, e la maggioranza ce l'aveva la destra. E poi ho continuato a sognare.

Ho fatto un sogno. Ho sognato che siccome la Camera e il Senato avevano maggioranze diverse allora l'unico governo possibile diventava quello delle larghe intese. E che Rifo e UDC non contavano più una sverza. E che anche Prodi e Berlusconi dovevano mettersi da parte, per lasciar posto a Mario Monti come Presidente del Consiglio. E poi ho continuato a sognare.

Ho fatto un sogno. Che il governo di larghe intese approvava una legge elettorale a doppio turno. E poi una riforma costituzionale decente, con eliminazione del bicameralismo perfetto. E che tanto che c'era ne approfittava per fare un po' di liberalizzazioni, privatizzazioni e che riduceva la spesa pubblica.

Poi mi sono svegliato. E ho pensato che tutto era molto buffo, e l'ho scritto su noiseFromAmerika.

42 commenti (espandi tutti)

entusiasmante

rectoscopy 22/1/2008 - 19:37

Un sogno entusiasmante, se non altro fino a "la maggioranza ce l'aveva la destra". A quel punto mi sono perso. Cosa vieta l'istituzione immediata di un governo di larghe intese tra i partiti maggiori?

Il fatto che al senato non avrebbero la maggioranza, almeno se per partiti maggiori si intende PD+FI.

Lo diceva Sandro qui.Gli altri partiti sarebbero penalizzati da una legge a doppio turno, forse AN con un po' di lungimiranza potrebbe accettarla, ma di solito l'orizzonte temporale dei politici è molto breve.Ed in ogni caso tirar dentro AN in una coalizione col PD sarebbe complicato.

Edit: dimenticavo la cosa fondamentale, ossia che con le camere con maggioranze opposte le larghe intese sono obbligatorie, ora ci sono alternative. 

Buffo, oggi pomeriggio ho sognato anche io che veniva sciolto solo il Senato. Solo che sognavo ad alta voce e un mio collega mi ha sentito e mi ha svegliato subito. Il resto del sogno di sandro l'ho perso.

Anche io ho avuto un sogno: che sfruttando la nostra crisi la Svizzera invade e conquista la Lombardia (almeno fino al mio paesiello), ho sognato perfino la statua di Carlo Cattaneo che sorrideva. Purtroppo è solo un sogno, quello di Monti è un incubo che abbiamo già vissuto troppe volte.

Essere invasi dalla Svizzera ??? Per poi essere integrati nel Paese del Cucù e della cioccolata ???
Senza offesa, più che un sogno è un incubo ;))

Sempre meglio di mafia, pizza e mandolino ;-)

Punti di vista: a me la pizza piace più della cioccolata :))

Come ci spiegano qui, l'orologio a cucù é tedesco e non svizzero. E comunque l'incubo sarebbe degli svizzeri e non degli italiani.

Un incubo mettere le mani sull'Italia o, meglio, sulla parte più produttiva e ricca ???
Non credo proprio... ;)

E sì, purtroppo hai ragione, non ci vogliono proprio ...

Però, dai, è divertente pensare alla poderosa marina svizzera che bombarda i porti di Luino e Stresa, alla quinta colonna della lega che sabota le linee ferroviarie e occupa gli studi TV di Cologno Monzese e di Corso Sempione a Milano, a Caleroli che con un atto eroico issa la bandiera svizzera sulla Madonnina, a Bignasca su una Smart decapottabile che passa trionfale sotto l'Arco della Pace a Milano, Bush che parla all'ONU senza neanche sapere bene dove si trovi la Svizzera, il prezzo del cioccolato che schizza alle stelle. E poi Milan e Inter iscritte al campionato di calcio del Canton Ticino che giocano contro il Lugano, il Gran Premio della Svizzera corso all'autodromo di Monza, i mobilieri di Cantù che portano di nascosto i soldi in Italia ...
Sempre meglio di un uomo con la forfora, che non sorride mai, che se ti guarda non capisci se ti sta vedendo, che ha più di 60 anni, che è strutturale al vecchi sistema dei poteri forti, cerchiobottista, primo ministro non espressione del voto popolare sorretto da un parlamento obbligato ad approvare d'ufficio l'operato del suo governo: io questo incubo lo chiamo dittatura. Meglio dichiarare noi guerra alla Svizzera, fino quando siamo ancora in tempo!

Sogno per sogno ne ho fatto uno anche io.

domani Prodi riceve la fiducia dalla Camera, quindi va al Senato e della pattuglia di senatori mastelliani (credo siano 3 compreso Clemente) almeno uno si sfila e "conscio delle responsabilità davanti al Paese" vota la fiducia e passa nel PD, intanto un paio di forzisti ha l'influenza, un UDC non riesce ad arrivare in tempo da Caracas ed i senatori a vita votano compatti  per Prodi (tranne Cossiga e Pininfarina che rimane aTorino a disegnare auto).

Prodi ottiene la fiducia e il governo va avanti.

Che poi sia un sogno o un incubo dipende dalla scelte personali.

E va bene, l'ho fatto anche io il sogno.

Ho sognato che Prodi la fiducia al Senato la ottiene (nel sogno c'era una 98enne che votava la fiducia). Quindi Prodi rimane e con lui Pecoraro Scanio, Giordano e tutta la compagnia. Sempre nel sogno, pero', prodi non presiede proprio nulla, cioe' e' immobilizzato. Non puo' piu' fare niente, pero' rimane...cioe' non governa per davvero, fa il presidente del governo in un governo che non governa (qui il sogno si faceva confuso...).

Allora un tale (nel sogno era alto 2.35 metri...nel sogno...) porta in piazza una marea di persone, ma non capita nulla perche' un altro uomo piuttosto anziano (intorno agli 82 credo) non scoglie le camere...allora (ovviamente solo in sogno) io ci vado a parlare con questo anziano, e lui mi dice che non lui le vorrebbe scogliere, ma non puo' perche' non c'e' nulla di alternativo, non c'e' una maggioranza, non c'e' un'opposizione insomma non c'e' proprio nulla proprio niente...Questo 82enne e' pure un po' incazzato, non riesce a capire come questo governo non abbia ancora fatto una legge elettorale che funzioni, cioe' quello si doveva fare ma niente...

Quindi nel sogno mi convinco che fa proprio bene a non scogliere le camere...perche' di governo che non governa ne abbiamo gia' uno e quindi a cosa serve farne un altro?

E poi mi sveglio...e poi...no: ho scelto il giorno sbagliato. Dovevo dormire ancora un giorno.

Edoardo 

 

 

Ma non potete sognare le donne nude come fanno tutti?

io non ho sognato il governo (forse le donne nude?), ma due parole le dico anche io.

si tratta, a mio avviso di una vera e propria crisi al buio, ma non per finta. di quelle al buio per davvero. ci sono tanti gruppi d'interesse e ognuno tira alla fune. l'equilibrio si spezzerà per un leggero venticello.

Prodi non ci sta, e da persona tenace e anche molto permalosa, vuole forzare la cosa fino in fondo, essendo perfino disposto a "comprare" qualche senatore. Berlusconi a questo punto se ne frega, sa di vincere se si vota e di poter avere un governo relativamente più stabile di questo: dal suo punto di vista, impasse istituzionale per impasse istituzionale, meglio che sia lui ad avere il timone della stagnazione politica che Prodi o Veltroni. "Alcuni", a rischio estinzione, sognano un governo tecnico/istituzionale/di grande prestigio per fare le riforme nella speranza di essere decisivi e condizionare la nuova legge elettorale. "Altri" a rischio estinzione sperano che rimanga Prodi (che controllano bene), ma non possono fare molto perché non saprebbero cosa fare. Poi ci sono i "riformisti buoni e giusti" che Prodi o non Prodi, basta che si faccia una legge elettorale che spinga verso il bipartitismo. Infine ci sono gli "oscuri strateghi", abili politici in entrambi gli schieramenti che sperano, come nel 1998, di tirare fuori il coniglio dal cilindro e smetterla con i sogni fantasiosi.

non so se un bookmaker inglese sarebbe in grado di quotare tali eventi. se potessi sognare, io sognerei lo scioglimento del Parlamento ed elezioni per eleggere una assemblea costituente composta da 100 "saggi" che riscrivano la Costituzione e, già che ci sono, la legge elettorale. L'Assemblea avrebbe durata tassativa di 2 anni, approverebbe la Costituzione a maggioranza semplice. Nel frattempo ci sarebbe un governo tecnico che fa l'ordinaria amministrazione, mentre i partiti politici verrebbero esclusi dalla vita pubblica. Poi tra 2 anni si riparte con partiti, camere, presidenti ed elezioni. Quella si, sarebbe una seconda repubblica. Ma più che un sogno, è una follia rivoluzionaria.

100 saggi??Allora Mastella, Signora Sandra,figliolo con laurea in Ingegneria 110ld (come tiene a precisare)e suocero..Cuffaro che porta cannoli per tutti..e 5 posti sono assegnati..Venghino siori, venghino..

in modo assolutamente NON democratico, si potrebbero fissare dei criteri per la definizione di "saggio" che non ricomprendano le seguenti: "aver distribuito cannoli all'uscita di un tribunale",  "aver sponsorizzato primari in passato", "avere la fedina penale sporca".

sono anti democratico, lo so. ma ho detto che il mio sogno era più una follia rivoluzionaria...

Visto che sognano tutti, io non vorrei essere da meno. Così, ho fatto anch'io il mio sogno, ma siccome era giorno e l'ho fatto tra una riunione e l'altra, m'è toccato farlo ad occhi aperti. Spero venga comunque preso in considerazione.

E così io ho sognato, nell'ordine:

a) che gli impiegati statali si sono aumentati le ore di lavoro, diminuito lo stipendio, e dato una mossa: registrando un incremento della produttività intorno al 2000 % nel giro di un mese;

b) gli industriali hanno finalmente deciso di far da soli, non chiedono più sovvenzioni a fondo perduto o incentivi alla rottamazione, hanno rinunciato alla mobilità e ai prepensionamenti, tirano fuori i soldi di tasca propria quando si tratta di investire sulle proprie aziende, pagano di più ed evadono di meno;

c) che i sindacati hanno finalmente capito che i posti di lavoro sono "fissi" solo quando c'è flessibilità, e quindi mobilità, della mano d'opera e che un'economia che "protegge" i ceti deboli, e "democratica", è quella che genera più posti di lavoro di quanti siano gli aspiranti da reclutare;

d) che i commercianti hanno modificato la regola di base del loro pricing, passando dalla regola del 5 a quella del 2 per cento: comprare a 100 e rivendere a 200, e con quel 2x100 campare altrettanto bene di quanto campino oggi; inoltre, hanno, tutti, acquistato un registratore di cassa a comando vocale, azionabile dal cliente, con lettore di codici a barre all'infrarosso incorporato; registratore collegato al sistema dell'Agenzia delle Entrate, in modo che un sw posto a disposizione gratuitamente da quest'ultima, calcoli in tempo reale le tasse dovute. Prossimo upgrade: collegamento con il cc bancario in modo da saldare le tasse in real time.

e) che i giudici di ogni ordine a grado hanno studiato per bene l'italiano (scritto e orale, con aggiunta di lezioni di dizione) e,  tempo una settimana, sono riusciti a produrre sentenze non solo leggibili dal comune cittadino, ma anche comprensibili per lo stesso; che hanno inoltre fatto solenne promessa di non far più politica, ma solo lavorare per la Giustizia, e che, dopo tests a sorpresa, condotti in tutta Italia, si sia provato che nel 98% dei casi il lavoro avviene quotidianamente, senza pause di alcun tipo; che le prime udienze di ogni procedimento civile non vengono più fissate per il febbraio del 2013 ma per il febbraio del c.a. 

f) che le forze dell'ordine sono state viste intervenire con decisione ogni qualvolta una manifestazione di protesta invade i binari di una stazione, o un'autostrada, bloccandoli, o un drappello di no global pretende di viaggiare a sbafo sulle FS

g) che le FS hanno finalmente deciso di non pubblicare più l'orario, sulla base del fatto, finalmente assodato, che esso serviva solo a misurare con precisione i ritardi dei treni...

h) che...

Ma mi chiamano per un'altra riunione. Perciò, continua...

Io ho sognato che domani ci saranno alcuni assenti della CDL cosicchè Prodi manterrà il posto, con 157 o 158 voti, e gran sollievo di tutti, Berlusconi in primis.

Poi mi sono svegliato e mi è sembrato verosimile, se non si avrà sentore immediatamente che hanno patteggiato per un Marini o Amato dell'ultimo minuto.

Io credo che al Senato nemmeno si presentera', la salumeria chiude i battenti.

Stanno manovrando freneticamente per poter aprire in tempo una nuova drogheria.

Chi la gestira', la drogheria, non credo sia facile prevederlo esattamente, ma uno di loro sara'.

Tanto, a farci le spese son sempre gli stessi.

 

Io credo che al Senato nemmeno si presentera', la salumeria chiude i battenti.

Credi bene, Michele...

diciamo che se si dimette guadagna tempo, magari il PdR lo rimanda al Senato per vedere se trova una maggioranza, passano i giorni, si tratta...

Vi prego di guardare attentamente la prima pagina del Corriere on line, almeno in questo momento.

La seconda foto a sinistra, accanto al titolo che dice "Berlusconi e Fini: ora le elezioni. Dini: prima le riforme."

Quelli sono Mastella ed uno dei suoi soci che stappano bottiglie di champagne (pagate da chi?) all'annuncio del voto sfavorevole. Fannos uscire intenzionalmente la spuma sui banchi e sugli astanti, per festeggiare. Come nelle faide della terra da dove vengono, nella casa del capocosca si brinda all'annuncio del nemico eliminato.

Non fa nulla se il nemico eliminato era l'amico e socio carissimo fino ad una settimana prima del tradimento.

Il resto della sceneggiata e' ben noto, ma questo dettaglio mi sembra la ciliegina sulla torta. Ho provato ad ascoltare gli interventi live, via la tv on line del Corriere. Spaventoso. Non solo il contenuto degli interventi, ma la qualita' degli oratori e dell'italiano utilizzato. Una cultura da tugurio. Ed una sequenza di personaggi mummificati, Zanone, Del Pennino, Angius, Fisichella, ...

Questa è la cultura ed il sistema di valori della Casta italiana.

Michele, credo che il brindisi provenga dai banchi di AN. Il tizio calvo sulla sinistra dovrebbe essere Gramazio. Concordo invece a pieno sulla qualitá del dibattito parlamentare. Segnalo l'intervento del compagno Turigliatto. Lui ha votato la sfiducia a questo governo per essere coerente nella sua battaglia contro il capitalismo selvaggio. Di conseguenza consegna il paese a Berlusconi e Fini. Coerente fino all'ultimo. Onore al compagno Turigliatto.

la scena dello champagne (i senatori erano Gramazio e Strano, di AN credo) è finita anche su vari telegiornali francesi, belgi, olandesi, tedeschi...insomma l'italian style colpisce ancora.

Che vergogna.

Qualcuno disse: "avrei potuto trasformare quest'aula sorda e grigia per un bivacco per i miei manipoli..."

I nipotini hanno eseguito.

Ho avuto un incubo. Sono andato a dormire ed ho immagginato che i partiti ed i politici italiani (tutte minuscole) potessero scovare uno stratagemma per non fare il Referendum sulla Riforma Elettorale e che la maniera migliore era di far cadere il governo.

Poi mi sono svegliato, sono andato in ufficio ed ho scoperto on-line che il governo e' veramente caduto e probabilmente il Referendum e' rimandato a data molto futura. Cosi' i vari partitini e mastellini d' Italia riescono ancora una volta a cavarsela.

Non so se ero in preda ad un delirio onirico pure io. Stavo probabilmente sonnecchiando, in tv c'era porta a porta, e ho rivisto fassino, snello come sempre. Non so dove, ma ad un certo punto ho letto o sentito parlare di Mario Draghi. Un flash. Subito ho pensato "Però, sarebbe bello..."

Ho trovato anche le fonti: qui  e qui. Definito dal picconatore un "vile affarista". Che ne pensate?

Concordo, anche se per chi viene da un certo ambiente vedere il grande Marcello de Angelis in senato fa un gran piacere

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/politica/opposizione-spumante/17.html

Non sapendo chi fosse Marcello de Angelis, ho controllato su Wikipedia. Ecco l'informazione più rilevante:
<em> Procedimenti giudiziari [modifica]<em>

Condannato in via definitiva a 5 anni di carcere per banda armata e
associazione sovversiva come elemento di spicco del gruppo neofascista Terza Posizione.

Non sono certo che vederlo in Senato mi faccia piacere.

 

Il signor "Giulio", evidentemente, viene "da un certo ambiente", quello da cui viene il Marcello de Angelis, criminale fascista. Come vedi, il soggetto in questione vuole essere sicuri che capiamo che lui e' fascista: alza due braccia tese, non una. Ora si spiegano le tiritere papalin-sanfediste ... ed anche una certa, come dire, difficolta' ad intendere argomenti che richiedano piu' di zero subordinate per essere espressi.

1) Sei sempre capace di mantere il dialogo su un piano civile e non personale (scusami, come hai fatto notare a Michele C., questo e' il tuo club privato e quindi decidi tu le regole, per la serie "il pallone e' mio"). 

2) Ti premetto che oggi non condivido affatto il modello sociale proposto da De Angelis e da AN (ho provato sincero fastidio quando ho letto lo striscione dei militanti di AN: "Prodi prendi un taxi per tornare a casa", non avrei mai pensato di rimpiangere Prodi). Tuttavia penso che uno dei maggiori scandali dell'Italia Repubblicana sia stata l'emarginazione culturale, politica e fisica della destra. Capisco che sei molto impegnato, ma ti consiglio vivamente di leggere il libro "Cuori Neri" di Luca Telese.

3) Senza entrare nel dettaglio delle vicende giudiziarie di De Angelis, ti faccio notare che non e' stato mai condannato per fatti di violenza, quindi forse chiamarlo "criminale fascista" e' un po' esagerato, no?

NO, anzi!

Visto che, come in altre occasioni, insisti allora insisterò anche io cercando di spiegarti per filo e per segno quello che, evidentemente, non riesci a capire rapidamente.

Il (grande, a tuo avviso, e non credo ti riferissi alla statura) signore la cui presenza al senato in doppio saluto fascista ti dà piacere, ha una condanna passata in giudicato per crimini puniti dal codice penale, quindi soddisfa a tutte le accezioni della parola "criminale ", secondo il dizionario italiano. Che sia fascista sembra un fatto acquisito e che, apparentemente, non ti disturba. Tanto per completare il quadro, ecco il testo dell'inno dell'organizzazione da cui il "grande" che ti "fa piacere" proviene.

Più non risplende il denaro americano, il cancro sionista ormai
minaccia invano la mano dei sovietici non fa paura la nostra nuova
aurora sorge già sicura Contro il potere terrorista dello stato si erge
il contropotere organizzato l'unità di popolo spazzerà via l'usurato
trono della borghesia

Né fronte rosso né reazione lotta armata per la Terza Posizione

Popolo avanti ogni minaccia é vana col parlamento salterà ogni
catena servi di partito polizia di stato multinazionali banche e
sindacato Avanti sicuri tra chi colpisce ai fianchi pugnalano alle
spalle ma noi non siamo stanchi la mano del potere striscia sulla gola
ma l'aristocrazia combatte anche da sola

Né fronte rosso né reazione lotta armata per la Terza Posizione

Tra mille infamie e tra mille tradimenti passi sicuri passi pesanti
e lenti per mille volte voltafaccia c'è chi marcia ancora pochi sguardi
nobili vedran l'aurora Avanguardia del popolo sovrano l'insurrezione ti
prenderà per mano la rivolta armata leverà nell'aria l'aristocrazia
rivoluzionaria

Né fronte rosso né reazione lotta armata per la Terza Posizione

Per quanto riguarda il resto, io ho solo tratto deduzioni logiche dal tuo commento precedente, che hai scritto tu liberamente (spero). Non so se te l'avesse ordinato il dottore di farci sapere che la presenza del suddetto criminale fascista in senato ti da' piacere, ma hai scelto tu di venircelo a comunicare. Visto che nulla aveva a che fare con l'argomento del dibattito una ragione dovevi avercela che era, sospetto, farci conoscere il tuo piacere. Io ho solo tratto deduzioni.

Idem per quanto riguarda l'area da cui provieni, che di nuovo hai voluto tu comunicarci senza che nessuno te l'avesse chiesto. In questo caso non ho nemmeno tratto deduzioni, ho solo ripetuto la tua affermazione. Evidentemente sei fiero (come il commento suggerisce, visto l'uso delle parole "grande" e "piacere") dell'area da cui provieni, anche se ci spieghi che "oggi" non condividi affatto il modello sociale proposto dai suddetti, pero' ti dispiace che i fascisti fossero (siano?) emarginati ... mi contraddico? Ebbene si'! disse qualcuno ...

Quindi, come vedi, la logica ed i fatti suggeriscono che il piano personale (e forse non civile) di discussione l'hai scelto tu per primo, io ho solo fatto notare che così era.

Se hai problemi con questo ed ami piagnucolare quando ti fanno notare le implicazioni logiche delle tue roboanti affermazioni - tipo quella di un anno fa sui metodi con cui i dittatori sudamericani eliminavano il dissenso politico, che se vuoi vado a copiare e riporto - non so bene cosa dirti. Il rimedio mi sembra abbastanza ovvio.

Aggiungo anche che il tuo piagnucolare after the fact non mi sorprende: è comportamento tipico di quelli che vengono "da un certo ambiente". La lingua italiana e' cosi riccha che ha anche un sostantivo capace di sintetizzare tale comportamento. Te lo lascio indovinare.

Questo non e' il mio club, ma il NOSTRO club. Ossia dei sei che l'hanno creato e delle migliaia di altri che ora ci partecipano fattivamente ed intelligentemente. Personalmente non sento molto la mancanza di coloro che vengono qui solo per scaricare le proprie frustrazioni personali o per manifestare piacere all'immagine di criminali che fanno il saluto fascita in senato. Poiche' abbiamo deciso di non censurare nessuno (a meno che non vi siano atti che intenzionalmente danneggiano il blog) sei libero di scrivere quello che ti pare appropriato scrivere. Ed io di trarne le debite deduzioni.

La decisione di dichiarare MC persona non grata e' stata presa a seguito dei suoi comportamenti incivili e dannosi del blog, comportamenti documentati e spiegati qui. L'altro giorno, quando e' ricomparso con l'ottavo o nono "nome de plume" gli e' stata pure offerta una terza chance, che ha immediatamente sprecato ricominciando a sparlare di altre persone e di questioni del tutto personali ed irrilevanti, oltre che provocatorie ed offensive. Questioni che evidentemente lo ossessionano: che apra un blog sul tema. Affari suoi, noi abbiamo solo tratto le debite conclusioni dai suoi atti e dalle regole di autogoverno che questo blog si e' imposto.

Si', questo e' uno spazio privato e la proprieta' privata a me piace.

Se qualcuno piagnucola a fronte delle conseguenze logiche e predicibili delle proprie azioni, io non so proprio che farci. Graziaddio vivo ancora nel paese dove risplende il denaro americano, ospite di un'universita' piena di sionisti. E me ne rallegro.

Ehm... non volevo certo creare scompiglio con la mia frase. Ho solo riportato cosa ha detto Cossiga in una trasmissione da massaie stamane. Vile affarista erano parole sue, non mie. In questo spazio, il Governatore Draghi gode diciamo di una certa considerazione (http://www.noisefromamerika.org/index.php/articoli/Bravo_Mario) e di questi tempi, almeno su NfA, noto che è tutto un proliferare di critiche nei confronti dei simpatici amici che decidono il destino dell'italia (tra cui quelli che pasteggiavano con mortadella ieri sera). 

Su de angelis e sulla sua curiosa biografia stendo un velo pietoso. Nemmeno mi domando il perchè sia in senato.  Una cosa però mi fa piacere: conosco il nome di un altro delinquente che sta al governo. Un po' come i funghi velenosi: a quelli là dovrebbero mettergli un cappello rosso con i palliini bianchi per riconoscerli.

Mi preme fare un plauso a tutti gli editori di questo spazio. Vi leggo con estremo interesse e le vostre analisi sono sempre ben argomentate, in stile friendly come piace a me.

Mi sono letto anche i vostri CV. Tanto di cappello (non con i pallini ovviamente) 

Capisco il vostro disagio nei confronti di alcuni che non hanno capito lo spirito di questa community (mi piace chiamarla così). Anche io faccio il moderatore in un forum, molto più leggero del vostro. Purtroppo, le teste calde ci sono dappertutto. 

 

 

Ho trovato anche le fonti: qui   e qui . Definito dal picconatore un "vile affarista". Che ne pensate?

Immagino che l'idea di sottrarre l'industria alle grinfie dei politici causi attacchi di panico ad attrezzi del genere. Non essere amati da Cossiga e' un onore: se fossi in Draghi mi incornicerei quelle dichiarazioni come una reliquia.

Ha sognato che Napolitano assegnava il compito di formare il nuovo governo al cardinale Bagnasco, e Mastella veniva nominato vice-premier.

Tutto sommato ci starebbe: ognuno ha i governanti che si merita.

(per chi non conoscesse mio padre (la maggioranza, immagino...!), quando vuole ci va giu' pesante con l'ironia.)

Mi sa che hai sognato giusto, in tanti scalpitano (LucaLuca e Draghi in poleposition) e forse non sarà proprio Monti (o forse sì? Come si dice: "Chi entra Papa esce cardinale"), avremo un governicchio tecnico che non farà niente (si preoccuperà semplicemente di prenotare le poltrone per il dopo-governo tecnico), neanche i referendum e a ottobre quando i loro Signori del parlamento avranno tutti la lauta pensione garantita andremo tutti a votare: avremo perso quasi un anno, il centrodestra vincerà, ma non stravincerà, il centrosinistra si barcamenerà e saremo al punto di prima, la barca prima era inclinata da una parte, adesso è inclinata dall'altra, ma continua ad imbarcare acqua e resta sempre più indietro!

in tanti scalpitano (LucaLuca e Draghi in poleposition

Mah... che Draghi scalpiti per lasciare la Banca d'Italia e diventare un Presidente del Consiglio a scadenza e privo di veri poteri in questa bolgia che è diventato il Parlamento mi sembra veramente irreale :)

Ed è così orrenda che, per una volta, ha ragione Il Giornale.

La sinistra italiana è patetica in questo momento, assolutamente patetica. Fa persino fastidio leggere le ridicole invocazioni di VW, D'Alema e compagnia cantando. Chiedono "coraggio e responsabilità" senza vergognarsi dello spettacolo orrendo che hanno dato in un anno e 8 mesi circa! Che miseria intellettuale e persino personale ...

Andremo alle elezioni, e vincerà la CdL tale e quale era 2 anni fa, con un Berlusconi tronfio in testa ed i suoi caporali, doppiamente avvelenati e desiderosi di vendetta, al seguito. Ne vedremo delle belle. Si fa per dire, ovviamente ...

Una sola cosa spero (sogno, quindi va bene metter qui il commento, trattasi di sogno): che il cosidetto popolo di sinistra dia il buon esempio e colga l'occasione della sconfitta mostruosa che si prenderanno per fare piazza pulita di tutta, TUTTA la sua ridicola classe dirigente. Via tutti, da VW a D'Alema, da Prodi a VV, da Rutelli a TPS, da Bettini alla Bindi, da Napolitano a De Mita, e via elencando scorie del passato. Si svegliassero, mannaggia, si svegliasse per una volta il popolo della sinistra che continua invece a credere alle panzane d'una ridicola classe dirigente! Ma non succedera', non preoccupatevi. Continuate a dormire e sognare, che e' meglio ...

 

A quasi tre anni di distanza ecco che ti copiano l'idea. E senza nemmeno riconoscerne la paternità!!

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti